Erezione: i cibi che fungono da viagra 
Ricchi di vitamina C, Omega 3 o fibre: la dieta per migliorare il sesso secondo la scienza
Erezione e dieta. Il collegamento c’è e a quanto pare, una dieta salutare e ricca di sostanze antiossidanti può davvero fungere da viagra. A spiegare come l’alimentazione possa incidere sul sesso maschile, uno studio condotto da Jamin Brahmbhatt, urologo dell’ Orlando Health, riportato dal quotidiano online Men’sHealth.

L’erezione non va d’accordo con hamburger e patatine fritte e nervi e vasi sanguigni devono essere tutelati in nome dell’eros. I grassi responsabili dell’aumento dei livelli di colesterolo danneggiano il sistema cardiocircolatorio. E a farne le spese è anche l’apparato genitale maschile.

Erezione e alimentazione: il sesso maschile da trattare con cura…

Il Dott Brahmbhatt paragona il pene a “una macchina di lusso”. Definizione che il sesso forte approverebbe, non fosse altro che per la cura e l’attenzione che in genere viene dedicata a un’automobile molto costosa. Per mantenere in “salute” un’auto, è necessario fare benzina “buona”. Il motore verrebbe danneggiato se al posto del carburante giusto venisse introdotto il diesel! Cibo sano, esercizio fisico e regolare manutenzione sono la risposta a una vita sessuale appagante.

I giusti alimenti aumentano il livello di testosterone, rafforzano lo sperma e potenziano l’erezione. Alcuni cibi sono da inserire nella dieta maschile come sana abitudine e ottimo punto di partenza per la libido. Ecco da dove partire.

Erezione: il caffè la potenzia

Uno studio condotto dall’ University of Texas Health Science Center a Houston su oltre 3.700 uomini, stabilisce che tre tazzine al giorno di caffè garantiscono una buona funzionalità erettile. La caffeina innesca una serie di effetti nell’organismo che aumentano l’afflusso di sangue nelle arterie contenute nel pene. Altro elemento che aiuta la passione maschile, la vitamina D. i ricercatori di uno studio austriaco sul sesso, hanno notato che l’aumento di vitamina D nella dieta, libera maggior testosterone e diminuisce il rischio di disfunzione erettile. Il National Institutes of Health consiglia di assumerne 600 UI al giorno, mentre l’Endocrine Society rileva che alcune persone possono aumentare la dose fino a 1.500 – 2.000 UI al giorno. Parlate con il vostro medico per capire quale può essere la dose indicata!

Se pensate a uno spuntino, scegliere le noci è un’ottima idea. Sembra che in Turchia abbiano sperimentato un metodo secondo cui 100 gr di noci o pistacchi abbiano migliorato significativamente la funzione erettile, la capacità di raggiungere l’orgasmo, la libido, la soddisfazione sessuale, e la felicità in generale. Inoltre negli uomini che hanno assunto frutta secca durante gli sountini, si è verificato un aumento di HDL, il colesterolo “buono”.

Erezione: la vitamina C fa miracoli

In uno studio di 10 anni di più di 25.000 uomini, i ricercatori di Harvard University ha scoperto che gli uomini che mangiavano cibi ricchi di flavonoidi alcuni – anthocyanins, flavanoni, flavoni e-avevano un rischio inferiore rispetto DE ragazzi che non hanno mangiato più di loro. L’effetto è stato particolarmente forte tra quelli sotto i 70 anni.

In effetti, gli uomini che hanno assunto flavonoidi contenuti in frutti come mirtilli, fragole, mele, e agrumi. Questi alimenti, assunti almeno due volte a settimana, riducono il rischio di colesterolo fino all’11 %. Arterie e vasi sanguigni ne giovano e l’erezione ottiene un piccolo “aiutino”. È attestato che la dieta mediterranea faccia bene al cuore; va da sé che dal cuore al sesso maschile, il passo sia breve…

Le malattie cardiache sono causa di disfunzione erettile e un’alimentazione sana crea vantaggi sorprendenti per la vita sessuale degli uomini. Frutta, verdura, cereali integrali, olio extra vergine d’oliva e pesce tengono sotto controllo i sintomi da sindrome metabolica e danno una mano a garantire l’erezione.

La vitamina C è inoltre fondamentale per produrre spermatozoi sani. Secondo la ricerca dell’University of Texas Medical Branch, anche i forti fumatori possono migliorare la qualità dello sperma fino al 15%. Un dato interessante, soprattutto in termini di fecondazione: una dieta ricca di vitamina C rende infatti gli spermatozoi più longevi, dunque in grado di raggiungere l’ovulo femminile in tempi più lunghi rispetto ai colleghi “pigri”. Via libera a peperoni gialli, pesche e spinaci: vere e proprie garanzie per il piacere!

[ Leggi notizia ] ( 11 letture )   |  permalink  |    |   ( 2.8 / 91 )

<<Prima <Indietro | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | Altre notizie> Ultima>>


Assistenza


CHIAMACI ADESSO:

Customer Service

Lun-Sab 11:00-19:00 (CST)


novita, vienici a trovare sul nostro forum!