Desiderio sessuale e caldo estivo, attenzione alla pillola che “aiuta”, a rischio collasso cardiaco 


Il desiderio sessuale non sempre fa rima con il caldo tropicale estivo, soprattutto negli uomini che, arrivati ai cinquant’anni, spesso e volentieri ricorrono all’aiutino chimico per migliorare le loro performance sotto le lenzuola. Ma bisogna fare attenzione agli effetti collaterali, a risentirne potrebbe essere proprio il cuore, l’abbinamento caldo e calo di pressione può provocare giramenti di testa, vertigini, svenimenti e persino collassi. L’alternativa alle tradizionali pillole, esistono formulazioni orosolubili che sono più pratiche e versatili che si sciolgono direttamente in bocca senza essere inghiottite e hanno diversi vantaggi pur garantendo gli effetti. L’estate, del resto, è la stagione di maggior attrazione e desiderio, sia per gli uomini che per le donne, si è più predisposti, complice le vacanze, ad incontri occasionali.

Negli uomini over 50, può succedere che desiderio e virilità non coincidano, può calare la potenza sessuale ma rimanere intatto il desiderio. È una sorta di andropausa dovuta al fisiologico calo degli ormoni maschili, specie il testosterone. Situazioni particolari possono influire negativamente sulla sfera sessuale, ad esempio, incidono molto il diabete, l’ipertensione arteriosa o la depressione. Condizioni che si aggravano se aggiungiamo fumo, alcool, stress, farmaci antiipertensivi e antidepressivi, fattori che influiscono negativamente sulla libido.

La chimica può dare un aiuto, molecole come il sildenafil, tadalafile e vardenafil, commercializzata con i nomi di Viagra, Cialis e Levitra, nascono dalla ricerca in campo cardiovascolare e sfruttano il meccanismo della liberazione del monossido d’azoto (ossido nitrico) da parte dei vasi sanguigni. Questo favorisce da un lato la vasodilatazione e l’aumento del flusso ematico, dall’altro la fluidità del sangue e il potere antitrombotico, antinfiammatorio, anti-ipertensivo. La scoperta di questo meccanismo è valsa un premio Nobel per la Medicina e ha consentito inoltre il trattamento della disfunzione erettile.

Se da un lato sono molto di aiuto, bisogna sempre metter in conto gli effetti collaterali e i rischi a cui si va incontro, per questo motivi, infatti, occorre che a prescrivere questi medicinali siano specialisti, l’urologo o il cardiologo. Il rischio cardiovascolare più grave è il collasso, calo improvviso e marcato della pressione arteriosa che, nei soggetti cardiopatici, può essere irreversibile e portare persino alla morte. Inoltre, cefalea, rigurgito gastroesofageo, turbe visive, vertigini, astenia o, al contrario, mancanza di efficacia se assunti a stomaco pieno.


[ Leggi notizia ] ( 118 letture )   |  permalink  |    |   ( 3 / 1942 )

<<Prima <Indietro | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | Altre notizie> Ultima>>


Assistenza


CHIAMACI ADESSO:

Customer Service

Lun-Sab 11:00-19:00 (CST)


novita, vienici a trovare sul nostro forum!