Pillola rosa per lei 
Secondo un nuovo studio è tempo di rivedere l'utilizzo di medicinali per le disfunzioni sessuali delle donne. Dopo il successo del Viagra, sarebbe opportuno rilanciare l'ipotesi di una pillola per lei


Dopo i fallimenti qualche tempo fa, un nuovo studio suggerisce che potrebbe essere il caso di rivedere l'utilizzo di medicinali per le disfunzioni sessuali delle donne. In effetti, dopo il lancio del famoso Viagra era stato previsto quello di una pillola rosa per le donne, che però non si è mai materializzata.

Kyan J. Allahdadi del Medical College of Georgia ha studiato l'effetto dei medicinali inibitori di fosfodiesterasi di tipo 5, di cui fa parte anche il Viagra, sull'arteria pudenda interna, che alimenta gli organi genitali negli uomini come nelle donne. Negli uomini i medicinali favoriscono il rilassamento dell'arteria e l'afflusso di sangue e, quindi, l'erezione.

Allahdadi ha studiato l'effetto degli inibitori su topi, maschi e femmine, trattati in precedenza per provocare artificialmente la contrattura dell'arteria. È risultato che l'effetto è uguale sugli uomini e sui topi maschi, con un rilassamento che aumenta con la dose. Anche nei topi femmine l'effetto è inizialmente uguale, ma all'aumento della dose si osservano strane oscillazioni tra contrattura e rilassamento.

Secondo Allahdadi l'esperimento conferma come la funzione sessuale sia più complessa negli uomini che nelle donne. Ad esempio, è noto che i muscoli lisci che controllano la contrattura dell'arteria pudenda nelle donne comunicano tra di loro e concordano un'azione, mentre negli uomini agiscono in modo indipendente. Inoltre nelle donne le disfunzioni sessuali vengono trattate come un problema dai molti aspetti, fisiologici e anatomici, ma anche psicologici o riguardanti i rapporti interpersonali.

Ciò potrebbe spiegare come mai gli studi clinici sulle donne non hanno evidenziato alcun effetto dei medicinali in modo conclusivo. I risultati di Allahdadi suggeriscono però che si potrebbe riprendere in considerazione la possibilità di mettere a punto medicinali per le donne. Sembra infatti che il problema possa essere quello di identificare correttamente le reazioni dei singoli individui per dosare correttamente il medicinale.

[ Leggi notizia ] ( 1172 letture )   |  permalink  |    |   ( 3 / 2694 )

<<Prima <Indietro | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | Altre notizie> Ultima>>


Assistenza


CHIAMACI ADESSO:

Customer Service

Lun-Sab 11:00-19:00 (CST)


novita, vienici a trovare sul nostro forum!