Viagra e non solo: è boom di farmaci sequestrati in aeroporto, anche a Orio 
Un tempo circolavano su internet pasticche per i culturisti, per le disfunzioni erettili e per le diete. Poi è iniziata la moda di ansiolitici e antidepressivi

Viagra ma non solo. È boom di farmaci ordinati su internet, prodotti in Paesi lontani e sequestrati negli aeroporti italiani. Un tempo circolavano su internet pasticche per i culturisti, per le disfunzioni erettili e per le diete. Poi è iniziata la moda di ansiolitici e antidepressivi.
“Ma più che a un fenomeno criminale, con antidepressivi e ansiolitici siamo di fronte a un fenomeno sociale – dice a Repubblica.it il tenente colonnello Andrea Zapparoli, alla guida del nucleo operativo dei Nas a Roma. Nel 2014 – data dell’ultimo rapporto sui farmaci acquistati illegalmente online – l’Aifa (Agenzia italiana del farmaco) citava 93mila pillole sequestrate, di cui 64mila di Viagra e simili e circa 4mila a pari merito destinate al sistema nervoso o per dimagrire”.
Oltre allo Xanax (ansiolitico), in rete va forte anche il Diazepam (ingrediente, fra gli altri, del Valium) contro l’insonnia. “A marzo – racconta Zapparoli – all’aeroporto di Bergamo ne abbiamo sequestrate 500 pillole. Venivano dal Ghana, ma non sappiamo dove fossero state fabbricate. Erano state contraffatte con enorme perizia e contenevano effettivamente il principio attivo. Le aveva ordinate un uomo di Trento a 5mila euro, un prezzo abbastanza conveniente per il mercato illegale online. Nella sua casa abbiamo trovato altri ansiolitici privi di prescrizione, e non mancava qualche precedente per acquisto su internet. Il processo non si è ancora svolto, ma dalle prime indagini ci siamo fatti l’idea che fossero per uso individuale, non a scopo di smercio come invece avviene spesso per i culturisti”.
A luglio un rapporto di Federfarma citava 6mila siti per la vendita di farmaci bloccati dalle autorità giudiziarie dall’inizio dell’anno perché illegali. Nel 2016 erano stati 20mila. “Quando individuiamo un sito, lo monitoriamo e seguiamo gli ordini che riceve” spiega Zapparoli. “Abbiamo una collaborazione stretta con l’agenzia delle dogane. A volte gli utenti danno nomi e indirizzi falsi. Ma alla fine il corriere deve pur raggiungerli per portare il pacco a casa. E può capitare che al momento della consegna, vestiti da spedizionieri, ci siano proprio i nostri uomini”.

[ Leggi notizia ] ( 31 letture )   |  permalink  |    |   ( 3.1 / 23 )
Usa, ritirato dal mercato il caffé al "Viagra": «Pericoloso per la salute» 
L'azienda americana Bestherbs Coffee LLC, con sede a Dallas, sta ritirando volontariamente dal mercato una delle sue bevande, poiché contiene una sostanza che ha un principio attivo simile al Viagra.
La Food and Drug Administration ha rivelato che l'elemento in questione è il desmethyl carbodenafil, che ha una struttura simile al sildenafil, ovvero alla pillola blu.

Il caffè dell'azienda, chiamato Kopi Jantan Tradisional Natural Herbs Coffee, veniva distribuito in tutto il territorio statunitense e venduto online come bibita per migliorare le prestazioni maschili.

La FDA aveva già in passato avvertito che il principio attivo avrebbe potuto causare gravi conseguenze alle persone che assumono medicinali per curare il colesterolo, la pressione arteriosa e altre patologie cardiache. Inoltre, indicava anche che la bibita poteva essere pericolosa per i soggetti intolleranti al latte.
L'azienda ha chiesto di restituire ai consumatori le confezioni di caffè impegnandosi a rimborsare non solo il costo del prodotto, ma anche le spese di spedizione sostenute.

[ Leggi notizia ] ( 43 letture )   |  permalink  |    |   ( 3.1 / 31 )
Rimedi naturali per l’impotenza 
Per impotenza, o disfunzione erettile, si indica quella condizione in cui l’uomo non riesce a raggiungere l’erezione o a mantenerla per tutta la durata del rapporto. Questo fastidioso problema sessuale può portare numerose conseguenze negative all’interno della vita di coppia. Spesso la donna è portata a pensare di non essere abbastanza attraente e a sentirsi mortificata. Allo stesso modo ne risente anche l’autostima dell’uomo che si trova in una condizione di impotenza appunto, non riuscendo a esprimere pienamente la propria virilità lasciando la propria partner insoddisfatta e frustrata. Pare che circa un italiano su otto soffra di disfunzione erettile con dei picchi elevati oltre i 60 anni.



L’impotenza è un problema serio che interessa il benessere psicofisico di un individuo nella sua interezza. Tuttavia può essere molto complesso riuscire ad individuare chiaramente le cause di questo problema e la diagnosi può richiedere molti sforzi. Per prima cosa è bene tenere a mente che la disfunzione erettile può avere origine in alcune problematiche fisiologiche, come uno scarso afflusso di sangue nei corpi cavernosi del pene e, in generale, a problemi cardio-circolatori più ampi. Inoltre è stato dimostrato che le persone che soffrono di diabete o problemi neurologici sono più inclini a sviluppare un calo della libido più o meno grave a seconda dei casi.

Di pari passo però le cause dell’impotenza potrebbero essere anche psicologiche. Non dimentichiamoci che l’erezione dell’uomo è un processo complicato che parte dalla ricezione di particolari stimoli sensoriali nel cervello e una conseguente attivazione del sistema nervoso per consentire all’organo genitale maschile di attivarsi. In questo caso stress da lavoro, ansia, depressione e un cattivo rapporto con la partner potrebbero portare lo stato emotivo dell’uomo in una condizione di tensione impedendogli di lasciarsi andare completamente.

In entrambi i casi è possibile utilizzare le proprietà benefiche di molteplici sostanze naturali o adottare comportamenti salutari e distensivi per combattere e risolvere l’impotenza.

Inanzitutto è importante abbandonare le cattive abitudini come il consumo di tabacco e di alcool da sempre nemici della salute. Inoltre è fondamentale evitare dei pasti eccessivamente abbondanti prima di un rapporto. In questo caso la circolazione sanguigna sarà tutta rivolta a favore del processo digestivo rendendo molto difficile la completa erezione. Inoltre anche il consumo di droghe può far insorgere patologie alla sfera sessuale come l’eiaculazione precoce e l’impotenza. Per risolvere questo problema può essere molto utile svolgere un’equilibrata attività fisica quotidiana per aumentare il proprio benessere psicofisico, ottenere un peso forma ideale e migliorare la circolazione sanguigna. Un altro fattore chiave per risolvere l’impotenza è la comunicazione. E’ fondamentale riconoscere il problema come tale e dialogare con la propria compagna per evitare incomprensioni inutili e dannose. Se necessario ci si può rivolgere a un sessuologo o a uno psicoterapeuta di coppia che può aiutare a far luce sulle cause vere e proprie e alleviare il disagio. Inoltre pare che molte persone abbiano trovato un rimedio efficace all’impotenza tramite terapie specifiche di agopuntura.

Infine esistono numerosi rimedi per l’impotenza come pillole, gel e capsule che aiutano a favorire il corretto afflusso di sangue nei corpi cavernosi. Queste integratori naturali possono essere la soluzione ideale per chi vuole un trattamento più specifico senza dover per forza sottoporsi a una terapia farmacologica.

[ Leggi notizia ] ( 21 letture )   |  permalink  |    |   ( 3 / 61 )
Viagra gratis e un vulcano a Piacenza: la folle campagna elettorale del consigliere Torre 
Tra le altre cose ha promesso anche l’abolizione della morte

A Piacenza ci sarà un consigliere comunale davvero particolare. E’ Stefano Torre, leader della lista TorreSindaco.

Nella città emiliana si sfideranno al ballottaggio la candidata del Centrodestra Patrizia Barbieri che sostenuta da Lega, Forza Italia e Alleanza Nazionale ha ottenuto il 34,78% e il candidato del Pd Paolo Rizzi (28,1%), ma lui comunque entrerà in consiglio comunale. Merito della bizzarra quanto mai fantasiosa campagna elettorale.
Torre ha promesso ai piacentici che abolirà la morte e distribuirà viagra gratuito a tutti coloro che hanno più di 55 anni. Ne ha convinti 1.801 accaparrandosi un 4,28 % che farebbe gola a tanti partitini.

E Stefano Torre ha vinto anche una cena che sarà pagata dai conduttori de La Zanzara. I conduttori del popolare programma radiofonico David Parenzo e Beppe Cruciani avevano scommesso con lui: se avesse preso più di 500 voti, gli avrebbero offerto una costosa cena in un ristorante di Milano.

[ Leggi notizia ] ( 6 letture )   |  permalink  |    |   ( 2.9 / 57 )
Sildenafil (Viagra) e Melanoma: non vi è una relazione 
Questa pericolosa relazione era stata ventilata da alcuni studi, pubblicati in questi ultimi anni, ma ora una poderosa meta-analisi, pubblicata in Open Access sul “Journal of the National Cancer Institute” da un gruppo di ricercatori nordamericani, a cui si sono aggiunti anche due andrologi italiani dell’Università San Raffaele di Milano, tra questi vi è pure l’amico Andrea Solonia, sembrerebbe smentire questa prima impressione clinica tra l'assunzione di Sildenafil, farmaco più noto come Viagra, e questo terribile tumore della pelle.
I ricercatori del New York University Langone Medical Center hanno ora rivalutato e riconsiderato cinque importanti studi, pubblicati tra 2014 e il 2016, su questa problematica, con la valutazione di ben 866.049 uomini che utilizzavano il Sildenafil, l'analisi ha verificato che di questi 41.874 hanno avuto, durante l’assunzione del farmaco a vari dosaggi, una diagnosi di melanoma.

I ricercatori hanno, a questo punto, sì osservato un rialzo complessivo del rischio nei maschi che utilizzano il farmaco ma, se vi è un rapporto causa-effetto, questo non è legato ad un rischio diretto o superiore di ammalarsi, ad esempio non si è avuto un aumento nell’insorgenza di un melanoma in chi è un forte consumatore del Sildenafil rispetto a chi ne assume piccole quantità, così pure l’aggressività dei tumori riscontrati non ha alcun collegamento con le dosi di farmaco consumate.
A questo punto l’ipotesi “epidemiologica” più probabile è che questa relazione “pericolosa” sia dovuta semplicemente al fatto che gli uomini, che assumono questi farmaci per risolvere i loro problemi erettivi, siano anche persone più attente alla propria salute in generale e quindi si sottopongono più frequentemente e senza particolari problemi a visite di controllo e tutto questo naturalmente aumenta la possibilità di una eventuale precoce diagnosi di melanoma rispetto ai maschi che non fanno tali terapie andrologiche.

Infatti, chi utilizza normalmente il Viagra sembra, quando il problema compare, avere comunque minori probabilità di incorrere in una forma aggressiva di tale tumore della cute.

[ Leggi notizia ] ( 1 lettura )   |  permalink  |    |   ( 3.1 / 67 )

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | Altre notizie> Ultima>>


Assistenza


CHIAMACI ADESSO:

Customer Service

Lun-Sab 11:00-19:00 (CST)


novita, vienici a trovare sul nostro forum!